CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

EMERGENZA MALTEMPO: DECINE DI MILIONI DI EURO I DANNI PER L’AGRICOLTURA

Quello che non ha potuto il recente blocco dei trasporti è stato portato a compimento dall’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito il nostro Paese nello scorso fine settimana, ricorda il Presidente della Confeuro Rocco Tiso.

Non era sufficiente il disagio arrecato dallo sciopero degli autotrasportatori, anche la meteorologia si è data da fare per mettere ulteriormente in ginocchio il martoriato settore dell’agricoltura. come tutti sappiamo tutta la penisola è stata interessata da intensi nevicate che hanno paralizzato il trasporto di tutti i generi agroalimentari.

Inoltre, continua Tiso, gelo e neve hanno devastato i campi coltivati, distrutto serre e strutture aziendali. Centinaia le imprese agricole isolate aggravato dalla mancanza di energia elettrica. A forte rischio anche molti allevamenti bovini, suini, ovini e avicoli, infatti l’impraticabilità di molte strada ha reso impossibile l’approvvigionamento di mangime e foraggio.

Il freddo siberiano che imperversa sulla Penisola sta facendo lievitare anche i consumi di gasolio agricolo, soprattutto per il riscaldamento delle serre e delle strutture aziendali e questo costringe gli agricoltori a sostenere ulteriori costi che contribuiscono a rendere ancora più pesante una situazione già complicata che vivono i produttori italiani.

Insomma l’isolamento delle campagne è diventato, con il gelo polare che attanaglia il nostro Paese, non solo metaforico, ma anche reale poiché le abbondanti nevicate, un fenomeno a cui ci eravamo da tempo disabituati, ha reso inaccessibili molte strade di campagna lasciando moltissimi lavoratori della terra abbandonati a sé stessi, condizione nella quale si sono, purtroppo, più volte ritrovati.

Pubblicato il 06 02 2012 alle 10:12 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma