CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

ERASMUS 25 ANNI SPESI BENE I GIOVANI ITALIANI SONO DIVENTATI CITTADINI DEL MONDO

Il programma Erasmus compie 25 anni e se gli italiani hanno cominciato a pensare all’Europa, al mondo, è stato in gran parte grazie a questo progetto della Commissione Europea. Un cambio di cultura,di passo. Una piccola, silenziosa rivoluzione che più di mille dichiarazione ha avuto il merito di trasformarci. Dal 1987 ad oggi sono stati infatti 250mila gli italiani che sono “partiti”. Partire e a volte restare. Partiti e spesso tornati. C’è chi dice che Erasmus sia stato sinonimo di divertimento, di divagazione dagli studi. È un luogo comune. Perché impregnarsi della cultura di un Paese Europeo a vent’anni vale molto più di un master.

Siamo convinti, afferma Rocco Tiso Presidente della CONFEURO, e precursore di programmi per l’affermazione e la valorizzazione dei giovani, che gli esodi da studio con il biglietto di ritorno siano stati un “virus” di cambiamento a lento rilascio nel corpaccione del bel Paese.

Altro che posto fisso dalle parti di mamma e papà, conclude Tiso, la generazione Erasmus è quella che ha aperto gli occhi sul resto d’Europa, ha pesato e fatto confronti, ha tratto le conclusioni su un mondo che cambia. In quei numeri c’è un pezzo dell’Italia migliore. La più adulta, perché la più moderna.

Pubblicato il 08 02 2012 alle 10:14 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma