CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

LOGO EUROPEO PER IL VINO BIOLOGICO. CONTINUANO AD ARRIVARE ATTESTATI DI SODDISFAZIONE. MA SARÀ TUTTO ORO QUELLO CHE LUCCICA?

Se ne era già parlato ieri, ricorda Rocco Tiso Presidente della Confeuro, ma l’approvazione da parte della Commissione europea del regolamento sul vino biologico continua ad alimentare, se così si può dire, il dibattito e i commenti sono tutti positivi.

Si va dalla posizione del ministro delle Politiche agricole Mario Catania che ritiene la proposta di regolamento per la produzione di vino biologico un primo importante passo per soddisfare le esigenze dei produttori italiani e dei consumatori, alla soddisfazione espressa da varie associazioni agroalimentari.

Le associazioni, infatti, in un comunicato congiunto, hanno salutato con favore il voto del comitato permanente sull’agricoltura biologica dell’Unione europea che qualifica e modifica la proposta di regolamento elaborata dalla commissione. Si accoglie con particolare favore la decisione del comitato di bocciare la proposta della commissione nella parte in cui intendeva legare il livello di solfiti ammissibile alla zona di produzione.

Ai peana si aggiunge il parere positivo di Paolo De Castro Presidente della commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo, il quale dichiara di vitale importanza l’introduzione del principio normativo.

Sembra, afferma in conclusione il Presidente della Confeuro, che questa “mossa” della Commissione europea abbia messo d’accordo un po’ tutti. Ma una domanda sorge spontanea: tutta questa armonia di intenti è reale o si incrinerà al primo soffio di vento?

Pubblicato il 10 02 2012 alle 10:19 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma