CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

IL SOLITO RITARDO E LA SOLITA INDECISIONE SULLA PAC

Sono passati mesi ma ancora oggi ogni Paese all’interno della Commissione Ue rimane arroccato sulle sue posizioni e non c’è la ferma volontà di giungere ad un compromesso sulla Pac, afferma Tiso della Confeuro.

I tempi sono molto stretti ed è necessario, da parte di tutti i Ministri dell’Agricoltura dell’Ue, fare un passo in avanti per la definizione delle regole sulla Pac, perché gli obiettivi sono gli stessi da parte di quasi tutti i Paesi, cambiano solo le procedure e cambia il percorso.

Quindi è necessario – continua Tiso – che il “percorso” sia tracciato in modo chiaro e definitivo su quella che deve essere la Pac per i prossimi sette anni, speriamo che si arrivi finalmente ad un compromesso efficace e che sappia dare certezze ai tanti agricoltori, coltivatori diretti e imprenditori agricoli che vivono in uno stato di incertezza sul futuro e di particolare difficoltà economica, conclude Tiso.

Pubblicato il 03 09 2013 alle 10:11 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma