CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

BIOLOGICO: BENE LA CRESCITA, MA MASSIMA ATTENZIONE ALLE CONTRAFFAZIONI

Il biologico è in continua crescita rispetto agli altri comparti del settore agroalimentare, così come emerge dai dati elaborati e forniti da Ismea e Sinab – afferma il Presidente della Confeuro – Rocco Tiso.

Oltre alle buone performance in Italia, c’è una buona crescita anche per l’export che ha un fatturato oltre frontiera superiore al miliardo di euro, il bio ha registrato anche un aumento della superficie coltivata, con un + 6% nell’arco di un anno: insomma – continua Tiso – i numeri sono importanti e fanno capire come il biologico sia in attivo e in crescita, pur rappresentando un comparto di nicchia.

Non è “tutto oro ciò che luccica” perché accanto a questa espansione del bio, c’è un problema ovvero quello delle contraffazioni dei prodotti bio, anche queste in continua escalation; è necessario soprattutto per i prodotti bio d’importazione introdurre strumenti e controlli più efficaci per prevenire e contrastare fenomeni fraudolenti.

E’ stato introdotto dal Mipaaf d’intesa con l’Agenzia delle Dogane un codice specifico per i prodotti biologici importati da Paesi terzi, o ancora c’è l’informatizzazione delle procedure per ottenere lo status di operatore biologico e favorire la trasparenza.

Il Mipaaf deve introdurre strumenti più efficaci e non abbassare la guardia per tutelare produttori bio onesti e proteggere i consumatori: è fondamentale da un lato organizzare meglio le filiere produttive, dall’altro lato è necessario perseguire la semplificazione delle procedure burocratiche, con l’aiuto della Commissione Europea e degli altri Stati membri.

Pubblicato il 09 09 2013 alle 11:06 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma