CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

VA BENE L’EDUCAZIONE ALIMENTARE, MA SERVE ANCHE L’EDUCAZIONE CIVICA ALL’EUROPA

Il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Nunzia De Girolamo ha affermato che vuole inserire nelle scuole programmi di educazione alimentare che abbiano come obiettivo quello di trasmettere a bambini e ai giovani la cultura del benessere alimentare e dello stare bene, che necessariamente è associato al cibo sano e di qualità.

E’ sicuramente una buona idea e facciamo un plauso convinto alla Ministra – afferma il Presidente Confeuro Tiso – ma siamo altresì convinti che all’interno delle scuole italiane deve essere inserito un corso di educazione civica all’Europa, i ragazzi e i bambini devono sapere di Europa, da un punto di vista politico, civico e giuridico, perché l’integrazione europea è un processo irreversibile che porterà inevitabilmente alla nascita dell’Europa federale, l’Europa nazione, il “sogno” dei padri fondatori della Cee, De Gasperi, Adenauer e Schuman.

Non sappiamo quando avverrà questa trasformazione epocale, ma sappiamo che avverrà: forse saranno i figli dei nostri figli ad avere la fortuna di viverla e per questo è fondamentale preparare già da ora i bambini a conoscere la storia della Cee e poi dell’Ue, l’euro e via dicendo, senza dimenticare che in poco più di cinquant’anni siamo riusciti a creare – dalle macerie di una guerra mondiale che aveva messo in ginocchio l’Europa – una sorta di Stato “semi-federale” come oggi è l’Unione Europea.

Pubblicato il 13 09 2013 alle 11:40 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma