CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

ANCHE L’ OCSE BOCCIA LA PAC

Ci sentiamo quasi “onorati” che anche l’Ocse abbia bocciato senza mezzi termini la Pac, perché sono mesi anzi anni che denunciamo la cattiva impostazione della politica agricola comune che, diciamolo francamente, risulta ancora insufficiente e incompleta in molti punti.

Se anche l’Ocse - Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico - ( mica “pizza e fichi” n. d. r.) ritiene che la politica agricola sia errata e inconcludente, possiamo dire di essere in buona compagnia.

Non è possibile assistere ad una politica agricola assistenzialista in Europa, che invece di incentivare la produzione e la creazione di reddito e lavoro, crea solo “sacche” di assistenzialismo e di parassitismo, perché basta possedere un terreno per ricevere gli aiuti; è mai possibile che la Regina d’Inghilterra debba ricevere aiuti solo per il fatto di possedere tanti ettari di terreno?

Spesso chi ha un terreno ricava da esso solo una rendita vitalizia, come se fosse un immobile in affitto o un’ obbligazione: questo non è accettabile, perché non promuove lo sviluppo della produzione agricola, ma la disincentiva; se la Pac continuerà ad essere com’è, il rischio è che tanti possessori di terreno finiranno per non lavorare più la terra per produrre e vendere (e per creare posti di lavoro) ma la lavoreranno solo per auto sussistenza o per mero hobby.

Pubblicato il 19 09 2013 alle 11:41 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma