CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

RIFORMA PAC 2014-2020 UN ATTO DOVUTO SENZA FRONZOLI, AMMICCAMENTI E SVIOLINATE

La PAC approvata stanotte era semplicemente qualcosa che andava fatto per il semplice motivo che l’Europa è un grande continente dove gli agricoltori stanno via via scomparendo proprio per una politica agricola comune, scellerata e senza futuro.

La Confeuro si limita a prendere atto che quanto stabilito sarà sicuramente approvato e dal Consiglio Europeo e, soprattutto, dal Parlamento per la benvenuta novità della co-decisione.

Sul piano pratico ancora una volta la PAC punisce le piccole aziende, continua nel tentativo di cancellare definitivamente le micro imprese, a tutto vantaggio delle macro aziende che per la loro dimensione sono gestite da Società per Azioni e da multinazionali.

Nel coro e nei canti della vittoria noi non ci ritroviamo.

Il nostro è un giudizio critico su un problema che decide il futuro dei pochi che, purtroppo, grazie alla PAC 2014-2020, cancella quello dei tanti.

Pubblicato il 25 09 2013 alle 16:20 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma