CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

I SINDACATI AGRICOLI SONO SOLI

informatore AGRARIO Dott.ssa Elena Rizzuti

circolano voci tra gli agricoltori della Pianura Padana, ma anche del Tavoliere delle Puglie, dalla punta dello stivale fino alla trinacria che i Sindacati tradizionali agricoli non sono più credibili. sono soli, isolati ed impauriti - soprattutto perché la "MATERIA PRIMA" sta lentamente ed inesorabilmente contraendosi e si teme per la scomparsa a medio termine.

Bisogna agire, a viso aperto: "le storiche professionali stanno vivendo la terza età e qualcuno addirittura ha sfondato il secolo. E’ giunto il momento di cambiare e rinnovare. lo testimonia proprio Dacian Ciolos, commissario europeo all’agricoltura quando lancia l’allarme: "L’Europa dica senza mezzi termini che abbiamo bisogno dei nostri agricoltori.

Nonostante la Politica agricola comune, dall’Ottanta ad oggi abbiamo perso ben tre milioni di produttori. Per il commissario, che parlava al Consiglio europeo dei giovani agricoltori a Bruxelles, "è dunque importante passare ad una marcia superiore di sostegno nei confronti di chi vuole creare una nuova impresa agricola o riprenderla da chi ha deciso di andare in pensione. E questo, tramite una vera politica volontarista di sostegno ai nuovi arrivati". Per favorire il ricambio generazionale bisogna cambiare le regole, e proprio nel progetto di riforma della politica agricola comune (Pac) era necessario individuare con chiarezza chi è agricoltore e chi di agricoltura parla soltanto.

Non è tanto una quesione "radicale" che respinge i tentativi di creare un’unica grande casa di campagna, dove tutti si possono riparare quando piove e fa freddo, ma i poli si respingono perchè non sono opposti e guardacaso nel terzo lustro del nuovo millennio, dove tutto tende alla globalizzazione, continua a tenere banco il "politichese" che si aggrvigia con il "sindacalese" delle agricole che impettite di orgoglio fanno, dell’essere divise, il loro "zoccolo duro". I cappellini e le magliette simboli di distinzione e "divisione" hanno conservato integri i loro colori: giallo, verdee e turchese, superando barriere e tempeste.

Pubblicato il 08 10 2013 alle 17:46 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma