CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

DOBBIAMO TAGLIARE LA SPESA PUBBLICA INUTILE MA SPENDERE TANTO E BENE NELLA SPESA PUBBLICA GENERALE

L’Italia deve tagliare la spesa pubblica improduttiva e inutile, dalle municipalizzate alle casse varie che non servono a niente ma la Confeuro così come altri sindacati, pensa che devono essere assolutamente accorpati i circa 8mila Comuni esistenti e farli diventare 4mila, così commenta il Presidente Nazionale Confeuro Rocco Tiso.

Non serve avere così tanti Comuni, soprattutto perché ci sono municipalità davvero piccole, tuttavia c’è un errore di valutazione nelle analisi economiche generali: la spesa pubblica generale non va tagliata ma va incentivata.

In un momento di recessione come questo, è un grave errore risparmiare e tagliare ancora di più la spesa pubblica utile e fruttuosa che potrebbe creare posti di lavoro (come trasporti, sanità), non lo diciamo solo noi, ma anche il più famoso e importante economista della storia, ovvero John Maynard Keynes che attraverso la teoria del moltiplicatore del reddito definì il meccanismo della crescita.

Ed invece oggi andiamo contro questo principio, cercando di risparmiare nella spesa pubblica sempre e ovunque, mentre la logica economica vuole che si risparmi in un periodo di “vacche grasse” e si spenda di più in un periodo di “vacche magre” come quello attuale, ma questo i nostri politici non possono saperlo, sono troppo ignoranti.

Pubblicato il 25 10 2013 alle 09:31 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma