CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

ETICHETTA “SEMAFORO” NON UTILE PER I CONSUMATORI

Nel Regno Unito hanno proposto la etichetta a “semaforo” ovvero un informazione nutrizionale sulle etichette attraverso un sistema che alternerebbe gli alimenti salutari e quelli meno salutari da indicare sulle etichette ma – afferma Tiso della Confeuro – ci sembra una proposta di scarsa rilevanza ed efficacia.

Non serve un’etichetta dove siano riportati i cibi o valori nutrizionali “giusti” e quelli “non giusti”, perché la salute e l’informazione dei consumatori sono una cosa seria e questi non possono essere informati in modo semplicistico, ma c’è bisogno di un’informazione completa e continua sui mezzi di informazione e non solo.

Inoltre apporre ulteriori etichette su prodotti che già ne sono di per sé colmi non giova a nessuno, né tantomeno alle aziende agricole che vedono ( a ragione) anzi nell’eccessiva proliferazione di etichette e denominazioni un ostacolo alla produzione e alla commercializzazione.

Quindi per una volta ci sentiamo di bocciare senza mezzi termini la proposta proveniente dalla Gran Bretagna che – con la “scusa” della salute e dell’integrità dei consumatori - forse vorrebbe ostacolare la commercializzazione dei nostri prodotti agroalimentari attraverso l’ulteriore apposizione di etichette inutili e costose. Mica “scemi” questi britannici.

Pubblicato il 13 12 2013 alle 11:01 da admin Confeuro

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma