CONFEDERAZIONE DEGLI AGRICOLTORI EUROPEI E DEL MONDO

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA TOSCANA ENRICO ROSSI

Caro Presidente,

a urne chiuse, spoglio delle schede avvenuto, il risultato della Toscana, nel suo complesso, è anche il risultato di amministratori bravi e onesti, grazie al lavoro che Lei e tutta la squadra del governo Regionale state facendo.

Inoltre, desidero esprimere i miei e non solo miei, ringraziamenti per la sua attenzione ai problemi degli anziani, soprattutto di quelli, che vivono con la pensione minima o con l’assegno sociale, perché se FORZA ITALIA tramite il suo PRESIDENTE, in passato prometteva cure odontoiatriche gratis a tutti gli anziani con la pensione minima, LEI, in Toscana, tramite il Servizio Sanitario Regionale, ha messo in atto tale proposito, infatti presso la USL TOSCANA CENTRO, gli anziani possono ricevere cure odontoiatriche e protesi in esenzione per i soggetti con redditi familiari inferiori a €.8.000,0 annui, con ticket abbastanza modesti per gli altri.

Per questa sua sensibilità e attenzione ai problemi degli anziani, voglio ringraziarla! Devo, però, farle presente che i buoni propositi sono vanificati dai tempi lunghissimi che rendono vani tali propositi, mi spiego e le faccio un esempio pratico. Un anziano con problemi ai denti ottiene la prenotazione della prima visita dopo circa sei-sette mesi dalla richiesta e, dopo la prima visita, attende mesi, se non anni, per iniziare le cure. In questo modo si riduce in maniera naturale la spesa Sanitaria Regionale, infatti è probabile che prima di iniziare la cura intervenga la morte della persona interessata, a meno che, l’anziano bisognoso di cure odontoiatriche non decida di rivolgersi alle strutture private o peggio ancora, alla struttura pubblica in INTRAMOENIA, cioè a pagamento totale delle spese; in tal caso non ci sono tempi di attesa lunghissimi.

Pertanto, Signor Presidente, nel ringraziarla nuovamente per la sensibilità ai problemi degli anziani, la invito a pensare, unitamente all’Assessore competente, di risolvere il problema delle lunghe attese perché sono umilianti e non credo sia giusto che soggetti deboli economicamente e fisicamente debbano essere umiliati e delusi dal sistema Sanitario Pubblico. Purtroppo siamo alla fine della Legislatura e credo che difficilmente potrà risolvere il problema delle lunghe attese in breve tempo, anche se sarebbe un segnale positivo, perlomeno, iniziare a ridurre i tempi di attesa. Sicuramente la fiducia e la gratitudine dei soggetti interessati non mancherà, sono certo che i cittadini e soprattutto gli anziani e i pensionati minimi, apprezzeranno molto tutto ciò.

La ringrazio e la saluto cordialmente!

Lorenzo Fallani Associati in Movimento Iniziativa Comune A.M.I.CO.

Pubblicato il 21 06 2019 alle 09:23 da REDAZIONE

Informativa Privacy | Sito Web realizzato da Necos - Creazione Siti Web Roma