JOBS ACT E DECRETI ATTUATIVI: A BREVE SARA’ SVELATO IL REGALO DEL GOVERNO ALLE GRANDI AZIENDE

Feb 20, 2015 | News

Tra poche ore sarà svelata la proporzione del regalo che il governo ha deciso di fare alle grandi aziende. Ancora non sappiamo di preciso cosa conterrà, ma ne conosciamo il nome: decreti attuativi del Jobs Act.

Come abbiamo detto più volte in passato non concordiamo con la centralità data al tema dell’articolo 18, ma siamo radicalmente contrari al principio del controllo a distanza sul posto di lavoro e con la logica del contratto a tutele crescenti. Sappiamo perfettamente che tra qualche anno, proprio come è avvenuto con l’introduzione dei contratti atipici, ci troveremo a commentare dei dati piuttosto chiari sulla scarsa inclinazione delle grandi aziende a trasformare i contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato. Ma noi ovviamente speriamo di sbagliarci.

E poi c’è una cosa prevista nel Jobs Act che davvero non possiamo accettare, non è scritta è vero, ma è praticamente dichiarata: la maggiore ricattabilità del lavoratore e l’idea che questo debba inizialmente (dicono loro) rinunciare a tutta una serie di diritti acquisiti nel corso del tempo e attraverso dure battaglie sindacali per lasciar spazio a un ipotetico impiego. Ma i cittadini non sono più quelli di ieri e oramai sanno cosa e chi hanno davanti. Non basta un nome diverso per mascherare la vecchia logica del profitto ad ogni costo sulle vite altrui. Noi come Confeuro continueremo a contrapporci a chi, dopo aver causato la crisi economica, vuole acuire anche quella morale. Il risultato è incerto è vero, ma il nostro impegno invece non lo è.