LETTERA PER CHIEDERE UN INCONTRO AL PRESIDENTE GRASSO

Dic 4, 2014 | News

In virtù di quanto sta accadendo in queste ore, e consci della Sua sensibilità, le chiediamo quanto prima un incontro nel quale poter dialogare con Lei della normativa prevista all’interno della Legge di Stabilità 2015 che di fatto porterà alla chiusura di molti patronati e alla conseguente perdita di miglia di posti di lavoro.

Quanto si sta discutendo all’interno della Commissione Lavoro del Senato è di vitale importanza per molte persone; da una parte per i milioni di italiani che si sono fino ad ora avvalsi gratuitamente dei servizi offerti dai patronati; dall’altra per le migliaia di persone (al Patronato Labor sono mille famiglie) che lavorano con professionalità e dedizione all’interno di queste strutture e che rischiano ora di perdere tutto quello che con fatica hanno costruito.

I patronati tutti, e non solo quello che ho l’onore di presiedere, sono delle vere e proprie famiglie in cui la solidarietà e di casa e nei quali tanti italiani hanno trovato aiuto e ascolto. Chiuderli in questo particolare momento storico avrebbe effetti gravissimi sulla tenuta sociale del Paese e lo porterebbe in vicoli ancora più bui di quelli in cui è caduto in questi anni.

La normativa sui patronati è una negazione della democrazia che tutti abbiamo sempre difeso e una ingiusta punizione, non per chi in questi anni si è reso protagonista di raggiri e ruberie, ma per tutte quelle persone che hanno scelto di fare un mestiere che permettesse loro di aiutare gli altri e di toccare con mano, con il rischio di bruciarsi, le tante storie difficili del nostro paese.

Signor Presidente noi conosciamo la sua storia e ne abbiamo stima e profondo rispetto, ed è per questo che ci appelliamo a Lei e alla responsabilità che nella sua lunga carriera ha sempre dimostrato. Siamo certi che sia Lei l’interlocutore giusto per poter affrontare con serietà e competenza questo difficile tema; nonché la persona adatta per confidare il profondo disagio che noi, e tutti gli altri cittadini che nei patronati hanno trovato una casa, stiamo vivendo in queste ore.

Signor Presidente l’incontro che le chiediamo oggi è per noi di particolare importanza, soprattutto a latere di quello sempre a Lei richiesto da parte di altri patronati che, ce lo permetta, tra le motivazioni a margine della richiesta di incontro hanno inserito questioni parziali che non tutelano tutti i lavoratori ma solo i propri. Noi crediamo invece che il lavoro vada salvaguardato tutto, anche quello di altri, ma senza che venga fatto a scapito di qualcun altro.

Siamo certi che comprenderà la legittimità e l’urgenza di questa nostra richiesta.

In attesa di un Suo cortese riscontro.

Cordiali saluti.

Carmela Tiso
Presidente del Patronato Labor.