2016: ABBIAMO UN INTERO ANNO PER CAMBIARE IL PAESE

Gen 7, 2016 | News

Lo sappiamo, forse siamo esagerati come al solito e non dovremmo, l’ottimismo però non è una scelta, ma una condizione del vivere che evidentemente ci appartiene. Sappiamo bene quali sono le (tante) problematiche del nostro Paese; il peso dell’ostruzionismo della politica nel favorire il rilancio del mondo agricolo; le numerose difficoltà causate dall’incompetenza e dal malaffare che governano la penisola. Ma nonostante questo rimarremo ottimisti. Perché? Perché sarà quando cominceremo a credere che nulla potrà mai cambiare che avremo definitivamente perso.

In questi anni abbiamo combattuto contro la politica con la p minuscola e contro tutti coloro (sindacati e sindacalisti compresi) che hanno svenduto il mondo agricolo e gli agricoltori per una poltrona in più. E allora che senso avrebbe fermarsi? E soprattutto come potremmo guardarci allo specchio provando un minimo di rispetto per noi stessi senza aver prima dato tutto per una causa giusta?

L’agricoltura e i suoi valori sono quanto di più bello esista al mondo. Possono costruire tutti i palazzi che vogliono, ma la bellezza di una passeggiata in mezzo alla natura e il sapore di un buon pranzo genuino non potranno mai essere cancellati. La verità infatti è una sola: loro, gli amici del cemento e delle produzioni enogastronomiche di pessima qualità, non possono vincere; siamo solo noi che possiamo perdere lasciando passare un altro anno senza dare battaglia.