COSE BUONE E COSE BRUTTE: LA DOPPIA FACCIA DELLA SPENDING REVIEW E DEL GOVERNO RENZI

Apr 9, 2014 | News

Alcuni elementi sanno di passato, altri di futuro. E’ questo il binomio che sta caratterizzando l’esecutivo a guida Matteo Renzi.
Alcuni esempi? Le minacce di tagli ai patronati e ai Caf. Che senso può avere, pare ovvio chiedersi, togliere dei fondi a quelle strutture che, non solo creano migliaia di occupati, ma svolgono anche servizi basilari per tutta la cittadinanza? Purtroppo una spiegazione seria ancora non è stata fornita, e quindi rimane solo l’incomprensibilità dell’iniziativa.

Noi di Confeuro però, si sa, siamo persone dal cuore buono. E allora qualche merito alle intenzioni del governo, anche se si tratta di intenzioni appunto, vogliamo riconoscerlo sul versante dei tagli agli enti inutili (vedi i consorzi di bonifica). E’ chiaro però, e questo Renzi lo sa bene, che la strada da fare è ancora tanta, ad esempio eliminando il CRA, L’INEA, L’ISMEA e tanti altri. Ma le buone iniziative, le poche volte che ci sono, vanno comunque riconosciute.

Dopo aver detto il buono e il cattivo del governo e della sua spending review, se ce lo permette, vorremmo dare un piccolo consiglio a Matteo Renzi: vuole davvero risparmiare? E allora perché non comincia con lo stipendio dei manager? Ma ovviamente non con un finto provvedimento che li esenta quasi tutti, cioè quello varato pochi giorni fa, ma magari con uno vero che non serva solo a vendere fumo negli occhi durante una campagna elettorale.