E’ BOOM DI CERINI IN PARLAMENTO

Set 26, 2013 | News

Deputati e senatori ne hanno più di uno testa ormai e secondo gli ultimi dati Istat sono circa 10mila i cerini accesi in parlamento negli ultimi 3 mesi dalle forze politiche. Usarli è facile: si accendono anche aprendo la bocca e si passano con le solite regole del “gioco del cerino”, sfortunatamente note a noi tutti. L’obiettivo è quello di far cadere il governo senza prendersene la colpa e quindi di riuscire a fare in modo che a scottarsi sia l’avversario.

I pretesti che si posso usare per queste finalità sono diversi, e tra questi ci sono: l’Imu, l’Iva, l’eccessiva altezza dei nani da giardino e il divieto sulle scarpe di camoscio. Ma si tratta di pretesti per l’appunto: il vero motivo dell’inizio di questo gioco in realtà è uno solo, e tutti sappiamo qual’è, o chi è.

Ma la domanda purtroppo rimane la stessa di molti altri nostri blog: ma a noi? Cioè, senza offesa, ma a noi cosa dovrebbe importare della smania dei politici di far cadere o no governi inutili? E poi, non è per manie di protagonismo, ma i nostri problemi saranno più importanti di quello di un singolo individuo o no? Quella del parlamento di oggi sembra la foto di una veglia, sono tutti lì dentro con un cerino in mano. L’immagine è macabra in effetti, ma va beh, in fondo è solo un “gioco”.