QUESTIONE IVA: PARLANO DI CRESCITA MA PRATICANO AUSTERITA’

Set 24, 2013 | News

Lo dicono tutti che la nuova strada è quella della crescita e dello sviluppo, ma alla fine della fiera nulla cambia e la ricetta rimane la stessa di sempre: l’austerità. L’Aumento dell’Iva (?), semmai dovesse effettivamente arrivare, sarebbe in pena continuità con le politiche recessive fino ad ora adottate; alla faccia del “governo del cambiamento”.

A ben guardare l’esecutivo fino ad ora cosa ha fatto?: ha tolto l’IMU (una delle poche imposte progressive con all’interno una risicata percentuale di equità) e si è posto in procinto di aumentare l’iva (una imposta indiscriminata che ricade sull’intera collettività). E’ questa, ci chiediamo, la faccia dello sviluppo? Noi crediamo di no.

I consumi in Italia viaggiano sui binari del -4%, Il Pil perde i pezzi e la disoccupazione ne aggiunge. E la colpa di tutto questo quale sarebbe? L’instabilità politica ci dicono. Magari è anche vero che i battibecchi tra i politici (mai sui contenuti) non aiutano, ma dietro lo sfondo della retorica c’è la sostanza, e la sostanza dice che fino ad ora non si è fatto nulla se non continuare ad affondare nell’acquitrino dell’immobilismo in cui si nuota ormai da vent’anni.

Dopo tutte le parole, le critiche nazionali ed internazionali, i dati istat e la disperazione dei cittadini, nulla cambia e nulla sembra cambierà. In fin dei conti, e a ben pensarci, in questo paese l’unica cosa che non manca è proprio la stabilità.