IL GOVERNO E’ IN VACANZA

Lug 22, 2014 | News

L’estate arriva per tutti, si sa. Ma forse sarebbe legittimo pretendere che per l’esecutivo le vacanze fossero un po’ più corte. Il dibattito sulle riforme va avanti ormai da mesi e ogni giorno si festeggiano presunti accordi che poi, chissà per quale motivo, non approdano mai a conclusione. E ancora; qualcuno potrebbe spiegarci in modo tangibile l’effetto delle riforme di assetto costituzionale su temi come il lavoro, gli investimenti o la crisi economica?
E’ bene precisare che noi siamo assolutamente favorevoli a una riflessione generale sul sistema dello Stato, ma questa non può divenire in alcun modo una scusante per non fare altro, e soprattutto per non fare quelle cose di cui i cittadini hanno assoluto bisogno. La burocrazia padroneggia, settori strategici come il primario soffrono e il progetto europeo sembra non andare da nessuna parte. Quando avremo occasione di parlare di questi argomenti o almeno di ascoltare qualcuno che lo faccia? Però in fondo è colpa nostra: lo sappiamo che paese è il nostro, e forse dovremmo semplicemente abituarci. Siamo una paese di allenatori dalle tribune, ma in campo che ci vadano gli altri. E se nessuno lo fa che importa se la partita la si perde a tavolino. La spinta iniziale del nuovo governo a guida Matteo Renzi sembra essersi arenata sotto un ombrellone o tra i castelli di sabbia delle spiagge. Purtroppo però non tutti quest’anno potranno godersi l’estate e più di qualcuno rimarrà a casa, con la paura dell’inverno alle porte.