Parole d’ordine, filastrocche e realtà

Dic 29, 2019 | News

Non intendo criticare nessuno, ma ciò che preoccupa è la cantilena. Dopo aver letto le ultime dichiarazioni della nostra ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova sulle parole d’ordine per l’anno che verrà (nuove generazioni, donne, filiere, investimenti, innovazione, internazionalizzazione, export) sarebbe opportuno provare a domandare
agli agricoltori cosa pensano e se hanno un piano aziendale cosi luccicante.

Fino a quando capi o grandi presidenti parlano dal pulpito, il coefficiente di affidabilità delle
filastrocche resta piatto o a meno zero. Penso che gli italiani abbiano il diritto di sapere che quello che mangiamo sono solo i rimasugli del Made in Italy.

Se l’informazione è libera, chiediamo che dia spazio anche a dichiarazioni non allineate come questa.

Rocco Tiso
Confeuro