SE IL MONDO FOSSE TUTTO GIALLO ZAFFERANO…..

Ott 4, 2012 | News

Sabato 29 Settembre durante la BlogFest 2012, il più importante appuntamento annuale per web agency, opinionisti, bloggers, twitters e social networkers italiani, è stato proclamato il miglior sito dell’anno. E il vincitore è……..Giallozafferano.it!

Sicuramente questa è una notizia: il fatto che il popolo della rete abbia scelto un sito di cucina è un dato da non sottovalutare ai fini di un’analisi socio-economica. E’ in atto un evidente ritorno alle origini, al modo di vivere dei nostri nonni; quando non ci sono né lavoro né soldi c’è la possibilità di “perdere tempo” nel dedicarsi alla famiglia, a preparare un piatto fatto sì con pochi ingredienti, ma sufficienti a renderlo delizioso. In un periodo critico come questo in cui l’economia stenta a decollare e il potere d’acquisto delle famiglie cala, non è affatto un caso se gli interessi delle persone si indirizzano verso ambiti più pratici e soprattutto utili. Questo è Giallozafferano.it, un sito di cucina che dimostra che le persone hanno tutta la volontà di apprendere, di mettersi in gioco, di sfruttare quel che poco che si ha a disposizione, anche divertendosi. Cucinare è un atto di aggregazione sociale e di soddisfazione individuale, condividere un pasto con qualcuno dà senso al nostro lavoro e c’è grande gioia quando viene gradito un piatto da noi preparato. Inoltre non possiamo prescindere dal mangiare, dal fare il pieno di benzina necessaria all’organismo per compiere le nostre attività quotidiane.

Siamo contenti che l’argomento più votato dai bloggers sia proprio il cibo, poiché emergono le priorità delle persone, dei cittadini, e la base da cui il popolo vuole ripartire è proprio il settore primario. Non la pensano così purtroppo le istituzioni, che in questi anni non si sono affatto sforzate di aiutare le migliaia di aziende agricole che hanno chiuso i battenti, che non hanno evitato l’esproprio delle terre ai contadini per costruirci sopra, quelle istituzioni che hanno taciuto sulla totale assenza di interventi di sostegno alla lotta alla povertà e alla fame nel mondo negli ultimi 5 anni.

Se un sito di ricette e cucina ha superato molti altri siti dai contenuti ben più “alti”, come Spinoza.it o IlPost.it o il sito di Beppe Grillo, impegnati sul fronte della cronaca e della politica, molto seguiti dagli utenti della rete proprio per le scelte redazionali alternative e critiche, questo la dice lunga su come gli italiani siano ormai stanchi di sentire sempre le stesse argomentazioni, le stesse promesse, i soliti impegni non rispettati. In fondo è come se nella rete, nei siti di cucina, si cercasse la ricetta buona per uscire dalla crisi, si cercasse di non sprecare niente e di rendere più appetibile la realtà, purtroppo amara, dei nostri giorni. Sarebbe un bene se i nostri politici provassero a cimentarsi in una ricetta, scegliendola, comprando gli ingredienti e cominciando a sporcarsi un po’ le mani, come fa chi li vota, tutti i giorni.