CRESCERE PER LA CONTINUITA’ DI UN IMPEGNO

Feb 6, 2017 | News

di Ufficio di Coordinamento Confeuro.

La compagine sociale Confeuro è in movimento. Sono in corso le assemblee territoriali per la designazione dei delegati alla Conferenza Elettiva prevista per la prima decade di Maggio 2017.

Il Coordinamento fa il punto sul programma di sviluppo varato dagli organi statutari nell’ambito della pianificazione approvata nello scorso autunno.

Premesso che ha preso piede la unanime convinzione che la gestione del Dicastero Agricolo è seriamente discutibile ed è ormai palese che il titolare preferisce andare braccetto con chi specula e si arricchisce sui sacrifici di coloro che lavorano e producono.

Rilevato che in una grande democrazia occidentale censurare il dialogo è sintomo che la febbre sta salendo e il virus del comando ha definitivamente scalzato quello della partecipazione.

Constatato che il trasformismo di Stato calpesta la dignità dei cittadini ai quali si assegna il ruolo dell’utile idiota, che non deve sapere ma che dovrà avallare.

Si riafferma che la CONFEURO, numeri alla mano, è incontrovertibilmente l’unica organizzazione libera ed autonoma nel sistema della rappresentanza agricola del Paese e che probabilmente imbarazza le istituzioni Repubblicane, le quali dinanzi alla verità preferiscono evitare il confronto.

Avendo a cuore i tanti problemi degli agricoltori che vanno ascoltati, e non sopportati come zavorra da parcheggiare nei corridoi delle commissioni parlamentari, ricche di indagati e condannati.

Orgogliosi di essersi fatti da soli, organizzandosi dal niente, e di avere oggi circa 300mila soci fedeli a un programma controcorrente che pone al centro di ogni qualsivoglia interesse “l’uomo, la dignità e il diritto al lavoro”.

Fieri che per noi la parola abbia ancora un valore, così come il tenere fede agli impegni presi.

Riproponiamo:

La scelta di essere liberi e di rimanere insieme in una realtà diffusa in tutto il Paese che annovera associazioni ed organismi attivi nei diversi rami della società civile; tra questi vi sono il Patronato LABOR, che offre assistenza gratuita a circa 150mila utenti all’anno; il CAF LABOR, una struttura che elabora circa 140mila modelli 730 e si occupa di dare risposte sugli adempimenti di natura fiscale e CONFOVER, un organismo di II° livello che annovera diversi CAF con oltre 250mila dichiarazioni annue.

si rende noto

il PROGETTO DI SVILUPPO
per il biennio 2017 – 2018
che prevede il consolidamento delle strutture esistenti e l’attivazione di 10 nuove sedi al cento nord con l’assunzione di 30 operatori LABOR.

Sul terreno sindacale e di tutela dei fidelizzati, la nostra azione punta ad attivarsi con determinazione per ottenere norme a salvaguardia di quei piccoli agricoltori espulsi dagli inaccettabili interventi della “semplificazione pilotata” imposta dal circuito degli aiuti comunitari.

La Confeuro, con un atto d’indirizzo, mira a convincere il Parlamento Europeo, la commissione Agricoltura di Bruxelles e il Consiglio d’Europa a legiferare in ordine alla CONSULTA EUROPEA DELL’AGRICOLTURA per ottenere la nascita dell’Albo dei Piccoli Agricoltori Europei e per evitare che i nostri prodotti realmente salubri e genuini vengano mescolati ad alimenti “spazzatura” di dubbia provenienza.

Come uomini di Terra privilegiamo: verità, equità, giustizia, coerenza, legalità, lealtà, e rispetto delle regole; in questa nostra rivoluzione ci sono solo uomini, terra, anima e speranza.

Per ultimo, il Coordinamento ritiene doveroso, fugare le “calunnie,” fatte girare ad arte, da ben identificati “microcefali”, sullo stato sociale del nostro sodalizio.

Confeuro, in uno agli enti ed organismi promossi e/o aderenti, scoppia infatti di salute.

Un esempio per tutti: solo come Patronato vantiamo crediti dal Ministero del lavoro per le attività degli anni dal 2013 al 2016, ed ora siamo al 2017. Il particolare non è di poco conto visto che, a tutt’oggi, gli stipendi ai 300 dipendenti del Patronato sono stati regolarmente onorati e gli oneri riflessi versati con la solita puntualità.

Ai venditori di fumo consigliamo la pipa.