I PARAFULMINI

Set 17, 2013 | News

Il presidente del Consiglio Enrico Letta ha detto: “Io e Napolitano non faremo i parafulmini di questo governo” e “non dobbiamo andare avanti per forza”. Bene, anche perché, ci pare lecito aggiungere, andare avanti non significa avere un finto governo che ruoti e barcolli a seconda della dichiarazione di questo o quell’altro parlamentare.

In questa fase le spallate all’esecutivo arrivano da destra a sinistra, da sopra e da sotto, ma a dire il vero a chi ne fa parte la vita non cambia granché, quelli che ci rimettono sono sempre gli stessi, i cittadini. E allora fa sorridere il vittimismo del presidente del Consiglio, amareggiato e sconsolato dall’evolversi delle vicende politiche legate alla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi. Dove sono i provvedimenti per la crescita? La riduzione della pressione fiscale sul lavoro? L’annullamento dei privilegi politici? La lotta all’evasione fiscale? Se lo permette presidente noi è a questi che rivolgeremmo volentieri la nostra attenzione.

E se di tutto questo non c’è nulla presidente, ci consenta di parlare direttamente con lei, allora per che cosa si sta immolando a parafulmine? Che cosa c’è da difendere? Forse siamo noi che non capiamo, ma ci sembra che da Aprile a oggi non sia stato fatto molto, o almeno niente che giustifichi 5 mesi passati tra dichiarazioni distruttive da un lato (per le vicende giudiziarie di Berlusconi) e costruttive sul governo che deve andare avanti dall’altro (anche se ancora non abbiamo capito per fare cosa). E allora presidente ci spieghi per favore. Che cosa ne è stato della riforma dell’agricoltura italiana? Quanto dobbiamo aspettare noi che amiamo lavorare tra i campi e che abbiamo fatto grande l’Italia?

Presidente noi non sappiamo se lei si stia facendo carico o no di tutte le difficoltà della situazione attuale (in proposito abbiamo molti dubbi), ma su una cosa ha certamente ragione: in Italia è in atto una tempesta pericolosissima, e in più, ce lo consenta (come direbbe un suo alleato), i nostri parafulmini devono essere scaduti.