URGE CRESCITA

Lug 2, 2013 | News

Lo dicono in tanti e i giornali sono pieni di ottime dichiarazioni di intenti, promesse e impegni. Ma alla fine nulla cambia e nulla cambierà, il motivo? Non serve solo una maggiore crescita economica, ma evidentemente anche una prova di maturità della classe politica italiana e una dimostrazione di affetto verso il proprio paese, i cittadini, e forse anche verso se stessi.

In questi mesi di governo Letta non si è fatto praticamente nulla se non rinviare, rimandare e procrastinare. Ah beh, ovviamente il tempo in un qualche modo andava occupato e qualche finta rissa politica è riuscita a tenere alta l’attenzione, tra queste l’ultima in ordine di tempo è sulla figura dell’onorevole Santanchè che qualcuno del Pdl vorrebbe vicepresidente di Montecitorio.

La domanda che nasce spontanea e che certamente molti italiani si staranno facendo in questi mesi però rimane sempre la stessa: ma perché usano il loro tempo (e i nostri soldi) per decidere chi si andrà a sedere qui o qua? In che modo questo dovrebbe migliorare la condizione dei giovani e di tutti coloro che hanno enormi problemi occupazionali ed economici? La domanda è ovviamente retorica, ma serve a far capire ai pochi che ancora non lo avessero fatto la natura di questo strano sodalizio governativo.

Ci è stato detto da più parti che questo governo era “necessario per risanare il paese”. Bene, e allora dov’è il risanamento? Cosa si è fatto oltre spostare l’Imu e l’aumento dell’Iva qualche mese più avanti? Se qualcuno ha informazioni a tal proposito è pregato di contattarci.